La consapevolezza di se stessi

La presentazione di sé stessi è un fattore fondamentale, il biglietto da visita da mostrare agli altri, soprattutto in contesti nei quali la prima impressione può determinare qualcosa d’importante. Come i colloqui di lavoro, ad esempio.

Il primo impatto in certe situazioni può essere decisivo, ecco perché devi arrivarci preparato e sicuro dei tuoi mezzi.

E cosa può garantirti questa sicurezza se non la competenza? Se sei cosciente di conoscere quello che andrai ad affrontare, questo ti darà energia positiva. E come si può lavorare sulla consapevolezza?

Uno strumento che uso spesso nel coaching in ambito sportivo è quello di avere un diario per appuntare riflessioni, pensieri ed emozioni. Generalmente dico a un atleta di guardare la propria prestazione: se ha fatto una cosa positiva si deve fermare e scriverla, se ha fatto una cosa negativa idem.

Se vuoi migliorare i tuoi punti di forza, l’unico modo è essere consapevole di cosa sai fare meglio. Allo stesso modo, se vuoi migliorare le tue aree di miglioramento, le devi prima conoscere. Fare questo significa essere consapevole di ciò che fai, nel bene e nel male. Renderti conto se puoi migliorare ancora di più ciò in cui sei bravo o migliorare qualcosa in cui devi diventare bravo.

Inizia Chat
Domande?
Ciao, grazie per averci contattato!
Ti risponderemo nel più breve tempo possibile.