fbpx

Performance sportiva: come migliorarla e potenziarla

La performance sportiva migliore come si può ottenere? Come si fa a raggiungere i propri obiettivi? Non esiste una ricetta vera e propria, ma ci sono delle tecniche che sicuramente possono fare la differenza tra il riuscire o il non riuscire in un qualsiasi percorso. Che si tratti di una performance sportiva, di un esame, di un impegno lavorativo o sentimentale non fa differenza: le prime cose da fare in assoluto sono stabilire quale sia la tua “posizione” attuale e poi individuare con chiarezza l’obiettivo futuro.

Quindi poniti alcune domande: dove sei ora e come ci sei arrivato? Definisci la tua situazione attuale e cerca di individuare quali possano essere state le cause che ti hanno impedito fino a questo momento di raggiungere i tuoi precedenti obiettivi e che in futuro potrebbero di nuovo rappresentare ostacoli. Si può trattare di un atteggiamento mentale sbagliato, di una tecnica sbagliata o molto altro. L’importante è capirlo, in modo da poter agire a livello preventivo per affrontarli e calcolarli nella definizione del futuro obiettivo, accrescendo il livello della tua performance sportiva e andando a incidere su azioni che prima mettevi in atto a livello inconscio facendole invece diventare consce e razionali.

È a quel punto avrai le basi per selezionare il nuovo obiettivo, altra tappa fondamentale. Uno sportivo che non ha ben chiaro quale sia il suo obiettivo da realizzare è come un marinaio che non sa in quale porto attraccare nonostante il vento favorevole. Non basta allenarti al massimo delle tue possibilità per sfoderare la migliore performance sportiva possibile, bisogna anche saper incanalare l’impegno, la passione e la determinazione nella giusta direzione. Non è semplice farlo da soli e non è un caso che sempre più frequentemente campioni del mondo dello sport si affidino a esperti del settore per riuscirci.

In ogni caso però il punto di partenza è sempre lo stesso: stabilire gli obiettivi nel breve, nel medio e nel lungo termine. E questi obiettivi devono essere smart, quindi specifici, misurabili, attraenti, raggiungibili e temporalizzati. Specifici nel senso che vanno stabiliti e individuati in modo concreto. Misurabili possibilmente in termini numerici: come può essere il tempo per un centometrista o la quantità di gol per un attaccante. Attraenti perché devono stimolarti, in modo da incanalare energie e motivazioni verso tutte quelle azioni necessarie. Raggiungibili, in quanto non avrebbe senso puntare a qualcosa di anomalo: sarebbe come se un velocista che ha sempre corso una determinata distanza in più di un minuto puntasse da subito a percorre quella stessa distanza in meno di 40 secondi. Non avrebbe alcun senso. Temporalizzato, infine, in modo da stabilire una data entro la quale raggiungere l’obiettivo.

Una volta concluse tutte queste azioni, allora l’obiettivo sarà chiaro e razionalizzato: ti sentirai motivato e ti impegnerai di conseguenza. Le tue azioni saranno indirizzate verso quel fine e la tua performance sportiva sarà migliore. Questo perché senza un obiettivo ben chiaro gli sforzi profusi non saranno ben definiti nella tua mente e si trasformeranno lentamente in un peso. Quindi per quanto tu ti possa impegnare non riuscirai mai a raggiungere quella performance sportiva perfetta che si può ottenere solo quando c’è un equilibrio e sintonia tra attività fisica e attività mentale. Ed è proprio quando raggiungerai questo punto che qualsiasi obiettivo sarà raggiungibile.